Ritorna

Trucco 13: aiutarlo a prendere coscienza dell'impatto del suo comportamento sugli altri

Il bambino spesso ha pochi amici, perché è poco cosciente della maniera in cui il suo comportamento può offendere o disturbare gli altri. Non si accorge quando il comportamento provoca reazioni negative, non capisce che alcune sue azioni possono disturbare gli altri. Ha costantemente bisogno che lo si richiami all'ordine per prendere coscienza dei suoi comportamenti inadeguati. Sgridarlo davanti a tutta la classe, o davanti a un altro allievo, non serve generalmente ad altro che a metterlo sulla difensiva. Se, al contrario, durante una discussione individuale, gli viene spiegato che a causa della sua sindrome ha delle difficoltà a percepire l'impatto dei suoi comportamenti sugli altri, comprende nello stesso tempo che il docente può aiutarlo a cercare delle soluzioni. Si può convenire con lui di un segnale discreto che gli mostrerà che sta oltrepassando i limiti e che sta provocando l'ostilità dei suoi compagni al posto di farsi degli amici. Se questo intervento fallisce, bisogna agire rapidamente per evitare che la situazione si degradi, e imporre immediatamente una riparazione che favorisca la conclusione dell'incidente.
È utile fare insieme a lui la lista dei comportamenti inadeguati più frequenti quando è in gruppo, e illustrarla con dei disegni umoristici. Si può in un secondo tempo rivedere regolarmente il significato dei disegni scelti per illustrare il comportamento da diminuire, poi, prima di ogni ricreazione o uscita in gruppo, indicargli una lista che si chiamerà "come farsi degli amici e riuscire a conservarli".

Centro ergoterapia pediatrica, Bellinzona

Centro Ergoterapia Pediatrica (CEP)

info@ergoterapiapediatrica.ch
www.ergoterapiapediatrica.ch

CEP Bellinzona

Via G. Nizzola 7
6500 Bellinzona

Tel. +41 91 825 24 42

CEP Acquarossa

Casa ai Portici
6716 Comprovasco

Tel. +41 91 871 12 17



Torna su